«

»

Alti livelli di luteina e di zeaxantina sono legati ad una migliore funzione cognitiva

Alti livelli di luteina e di zeaxantina sono legati ad una migliore funzione cognitiva

luteina_zeaxantina_migliora_funzioni_cognitiveLivelli ematici elevati di antiossidanti quali la luteina e la zeaxantina sembrano essere associati ad una migliore funzione cognitiva e migliore memoria.

A dirlo è un nuovo studio che proviene dall’Irlanda. I dati sono pubblicati sul Journal of Gerontology, dalla Irish Longitudinal Study on Aging.

I ricercatori hanno anche trovato prove che livelli più elevati  di zeaxantina sono stati associati con una migliore elaborazione e una velocità maggiore di esecuzione. I risultati di questo studio son in accordo con altri piccoli studi precedenti, ma questo è il primo studio che analizza la luteina e la zeaxantina nel plasma in relazione alle funzioni cognitive.

Il legame tra luteina e la salute degli occhi è stata osservata per la prima volta nel 1994 dal Dr.  Seddon ed i suoi colleghi presso l’Università di Harvard.

In quell’epoca, hanno trovato un legame tra l’assunzione di cibo ricco di carotenoidi e verdure a foglia verde particolarmente scure come gli spinaci, ed una significativa riduzione collegata all’invecchiamento e degenerazione maculare AMD) (JAMA, Vol. 272, pp. 14.131.420).

Numerosi studi con dati dai primati, bambini, persone di mezza età e gli anziani ora supportano l’importanza della luteina nella salute del cervello. Questo lavoro è molto importante in quanto si aggiunge ai recente risultati che mostrano un legame tra i carotenoidi e la funzione cognitiva. In questo studio i ricercatori confermano che le concentrazioni nel plasma di luteina e di zeaxantina erano associati con i migliori punteggi di cognizione globale, della memoria e delle funzioni esecutive. L’unicità di questo studio si riferisce al suo campione rappresentativo molto ampio della popolazione anziana. I ricercatori hanno analizzato i dati di 4.076 adulti della comunità irlandese di età compresa tra 50 anni o più. I risultati hanno mostrato che i carotenoidi sono stati associati con i migliori punteggi della cognizione globale, la memoria, e la funzione esecutiva. Interessante è anche notare che solo la zeaxantina è stata trovata ad essere associata con una migliore velocità di elaborazione. Per i ricercatori, anche se è prematuro trarre conclusioni da questi risultati, come l’importanza assoluta o relativa dei carotenoidi per la funzione cognitiva, c’è una buona base biologica che ipotizza che questi composti possono essere neuroprotettivi, grazie alla loro azione antiossidante ed antinfiammatorie. Fonte

——-

Solo su myolostore.com trovi i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere!

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
tris_di_antipasti
Tris di antipasti

Tris di antipasti Ingredienti: 100 gr. di prosciutto cotto, a fette, senza conservanti. Per i pisellini in umido: 200 gr....

enzimi digestivi
ENZIMI DIGESTIVI VEGETALI FUNGALI

ENZIMI DIGESTIVI VEGETALI FUNGALI Gli enzimi purificati e ad alta efficacia, vengono estratti e concentrati da maltodestrine fermentate utilizzando colture...

legumi-diabete-studio
La rivincita dei legumi

La rivincita dei legumi - legumi e diabete Connessione tra il consumo frequente dei legumi ed il rischio di diabete...

maionese_naturbene
La Maionese fatta in casa

La Maionese fatta in casa Ci sono innumerevoli ricette per produrre una maionese in casa. Quella che usiamo noi è...

fucus_vesiculosus
FUCUS VESICULOSUS

FUCUS VESICULOSUS: descrizione botanica, storia, curiosità, usi, benefici in fitoterapia Il fucus vesiculosus è considerata un’alga marina bruna appartenente alla...

Close