«

»

ANALISI CLINICHE: ANTICORPI ANTI-CARDIOLIPINA

ANTICORPI ANTI-CARDIOLIPINA

Cosa sono: La cardiolipina è un lipide che costituisce insieme ad altre molecole la membrana interna dei mitocondri, organelli specializzati nella respirazione cellulare e nella sintesi di ATP. La cardiolipina è responsabile della forte impermeabilità della membrana interna ai protoni. E in presenza di malattie che colpiscono varie cellule e la loro integrità, la cardiolipina può essere rilasciata nello spazio extracellulare e venir identificata come bersaglio per gli anticorpi prodotti dai linfociti.  In particolare gli anticorpi IgG e IgM anti-cardiolipina appartengono, insieme ad altri anticorpi antifosfolipidi, al gruppo di autoanticorpi coinvolti nella malattia da anticorpi antifosfolipidi (APS). In presenza del cofattore β2 glicoproteina I sono diretti contro la membrana interna dei mitocondri e ciò causa malattie autoimmuni come il lupus eritematoso sistemico (LES), connettiviti, ma anche aborti spontanei ripetuti e trombosi ricorrenti.

Se l’esame rivela la presenza di anticorpi anti-cardiolipina, viene ripetuto almeno sei settimane dopo, per stabilire se la loro presenza è costante oppure temporanea.

Tuttavia, la presenza momentanea degli anticorpi anti-cardiolipina può essere connessa a un’infezione, alla sifilide o all’assunzione di determinati farmaci.

L’elevata o media concentrazione di una o più classi  anticorpali che persiste anche dopo sei settimane dal primo test, indica la continua presenza di quel determinato anticorpo.

Gli anticorpi antifosfolipidi sono ricercati mediante due metodiche.

1) Test per il lupus anticoagulante.

Si tratta di esami per individuare anticorpi che interferiscono con il sistema di coagulazione. Sono frequentemente utilizzati il ‘tempo parziale di tromboplastina attivata’ (APTT), il ‘tempo di veleno di vipera Russel diluito’ (DRVVT) e il ‘tempo di coagulazione al caolino’ (KCT).

2) Test immunoenzimatico per gli anticardiolipina.

Questo è un esame che individua gli anticorpi diretti verso la cardiolipina. Misurate più di frequente sono le classi IgG e IgM degli anticorpi anticardiolipina. Il titolo (la quantità nel sangue) di questi anticorpi non è necessariamente correlato con il rischio di trombosi.

Prescrizione esame: Identificazione, monitoraggio e valutazione di sindrome da anticorpi antifosfolipidi, aborti ripetuti, trombosi e sintomi correlati, tempo di coagulazione troppo prolungato.

Valori di riferimento:

Uomo-Donna: IgG 0-25 U/ml

IgM 0-20 U/ml

Condizioni associate alla presenza di anticorpi anti fosfolipidi: malattie autoimmuni reumatiche o non reumatiche (lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, vasculiti, etc.), malattie infettive (lebbra, tubercolosi, tifo, sifilide, malaria, etc.), malattie da farmaci (per es. clorpromazina), neoplasie (linfoproliferative, mieloproliferative ed epiteliali) e soggetti sani (età  superiore a 65 anni).

——-

Solo su myolostore.com trovi i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere!

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
insonnia_osteoporosi
L’insonnia aumenta il rischio di fratture ossee: Gli esperti ritengono che i problemi di sonno cronici possono causare l’osteoporosi

L'insonnia ed un sonno disturbato aumenta il rischio di fratture ossee: Gli esperti ritengono che i problemi di sonno cronici...

faseolamina_fagiolo
BACCELLO DI FAGIOLO – FASEOLAMINA

BACCELLO DI FAGIOLO – FASEOLAMINA: descrizione botanica, storia, curiosità, usi, benefici in fitoterapia Il baccello di fagiolo in botanica è...

legumi-diabete-studio
La rivincita dei legumi

La rivincita dei legumi - legumi e diabete Connessione tra il consumo frequente dei legumi ed il rischio di diabete...

ciliegio_peduncolo
CILIEGIO

CILIEGIO Nella tradizione popolare i peduncoli di ciliegio sono indicati nei calcoli renali e vescicali, nella cistite e nella nefrite;...

glucomannano_Amorphophallus_konjak
Risposte glicemiche e lipidiche al glucomannano nei pazienti con diabete di tipo 2

Risposte glicemiche e lipidiche al glucomannano nei pazienti con diabete di tipo 2 Perché diventa fondamentale l'assunzione di glucomannano prima...

Close