«

»

Il cardo mariano nel diabete mellito di tipo 2

cardo-marianoNel diabete mellito di tipo 2 (non insulino-dipendente) è sicuramente utile un’integrazione a base di silimarina estratta dal cardo mariano (Silybum marianum L. Gaertn), in quanto esercita un effetto benefico, andando a migliorare il profilo glicemico.

Il cardo mariano è notoriamente un rimedio fitoterapico dotato di azione epato-protettrice ed antiossidante.

Lo stress ossidativo risulta sempre più coinvolto nella comparsa delle complicazioni legate al diabete mellito di tipo 2, dal momento che può danneggiare direttamente le cellule ß del pancreas o portare ad alterazioni metaboliche.

Diversi studi clinici e sperimentali si sono proposti di valutare l’azione dei nutrienti antiossidanti sul controllo della glicemia in pazienti diabetici.

In uno studio randomizzato a doppio cieco della durata di 4 mesi, condotto su 52 pazienti affetti da diabete mellito di tipo 2, è stata valutata l’azione antiossidante del cardo mariano sul profilo glicemico.

I soggetti sono stati divisi in due gruppi: al primo sono state somministrate tre tavolette al giorno da mg 200 di silimarina in associazione ad una terapia convenzionale; il secondo, invece, costituito da 26 soggetti, ha ricevuto la stessa terapia in associazione ad un placebo.

I pazienti sono stati visitati ogni mese e all’inizio e alla fine dello studio sono stati misurati i livelli plasmatici di: emoglobina glicata (o glicosilata), glicemia a digiuno, insulina, colesterolo totale, colesterolo LDL, colesterolo HDL, trigliceridi, transaminasi (GOT o AST, GPT o ALT).

Dai risultati ottenuti si è visto che nei soggetti trattati con l’estratto di cardo mariano si assiste ad una diminuzione di tutti i valori misurati (eccetto insulina e colesterolo HDL) sia rispetto al gruppo placebo che rispetto ai valori rilevati all’inizio dello studio.

Gli autori concludono affermando che un’integrazione a base di silimarina della durata di 4 mesi esercita un effetto benefico nei pazienti diabetici di tipo 2, andando a migliorare il profilo glicemico.

Huseini HF et al. ”The efficacy of Silybum marianum (L.) Gaertn. (silymarin) in the treatment of type II diabetes: a randomized, double-blind, placebo-controlled, clinical trial” Phytother Res. 2006 Oct. 30.

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
Ernia Iatale – Esofagite – Depressione – Reflunox

Ernia Iatale - Esofagite - Depressione - Reflunox Riceviamo per email, pubblichiamo e rispondiamo a questa testimonianza del Sig. Alessandro....

vitamina_D_obesità_rischi_cardiovascolari
La carenza di vitamina D è associata a marcatori precoci di malattia cardiovascolare nei bambini e negli adolescenti in sovrappeso ed obesi

La carenza di vitamina D è associata a marcatori precoci di malattia cardiovascolare nei bambini e negli adolescenti in sovrappeso...

ace_esame_enzima_convertitore_angiotensina
ANALISI CLINICHE: ACE (enzima convertitore dell’angiotensina)

ANALISI CLINICHE: ACE Cos’è: L’ACE (enzima convertitore dell’angiotensina) è una glicoproteina enzimatica prodotta dalle cellule endoteliali dei vasi sanguigni di...

Cheesecake-frutti-di-bosco
Cheesecake del bosco

Cheesecake del bosco  Ingredienti per la base della Cheese cake "del bosco":  150 gr. di frollini senza glutine  30 gr....

mistificazioni della realtà..
Mistificazione della società e stupidaggini “naturali”

Mistificazione della società e stupidaggini “naturali” In una società sempre più votata al consumismo sfrenato e frettoloso, non appare più...

Close