order flagyl 500mg kamagra 200mg uk buy viagra without a script cheap plavix canada

«

»

Anticorpi antifosfolipidi

Anticorpi antifosfolipidi

Cos’è: Gli anticorpi antifosfolipidi sono “auto”anticorpi (prodotti dallo stesso organismo affetto dalla patologia autoimmune) diretti contro proteine plasmatiche che riconoscono e legano i fosfolipidi anionici (carichi negativamente) presenti sulla membrana plasmatica di tutte le cellule e delle piastrine.  I principali bersagli antigenici sono la β2 Glicoproteina I e la protrombina (PT),  la proteina C attivata, l’attivatore tissutale del plasminogeno e l’annessina A2. La distruzione di tali bersagli proteici da parte degli autoanticorpi comporta varie alterazione cliniche, tra le quali eccessiva formazione di coaguli, aborti spontanei e/o parti prematuri, formazione di trombi, ictus e infarti. Inoltre tale condizione patologica autoimmune è stata identificata come sindrome da antifosfolipidi (APS). Questa malattia può manifestarsi in forma primaria, senza altre complicanze patologiche; e in forma secondaria, in associazione con il lupus eritematoso sistemico, anch’essa malattia autoimmune.

I test per la determinazione sono diversi e in particolare sono Lupus Anticoagulant (LAC), che misura la capacità da parte degli anticorpi antifosfolipidi di prolungare il tempo di coagulazione nei test fosfolipide-dipendenti; ricerca di anticorpi anticardiolipina (aCL), specifici per fosfolipidi di carica elettrica negativa o per complessi fosfolipidi-proteine; ricerca di anticorpi anti β2 Glicoproteina I.

Secondo uno studio effettuato dal servizio di reumatologia ed immunologia clinica dell’Università degli studi di Brescia,” La APS è definita dall’associazione di manifestazioni trombotiche (arteriose e/o venose) e/o complicanze ostetriche alla positività di almeno uno dei tre test classici per la ricerca di anticorpi antifosfolipidi (LAC, aCL e anti-b2GPI). Per una corretta diagnosi gli anticorpi antifosfolipidi devono confermarsi persistentemente positivi, in almeno 2 determinazioni, eseguite a distanza di non meno di 12 settimane l’una dall’altra”.

Prescrizione esame: Alterazione dell’attività di coagulazione del sangue, ptt allungato, formazione di trombi, mal di testa, gonfiore alle parti estreme del corpo, frequenti aborti spontanei, difficoltà respiratorie, trombocitopenia.

Valori di riferimento:

Uomo-Donna: <10 U/ml assenti; 10-15 U/ml presenti deboli; >15 U/ml presenti.

Un risultato negativo può indicare che in quel determinato momente non vi è presenza di autoanticorpi. E’ consigliabile, se i sintomi persistono, ripetere l’esame varie volte nel corso del tempo. Livelli medio-alti di uno o più autoanticorpi, che persistono anche dopo 10 settimane, indicano una probabile presenza costante di tali anticorpi.

Valori fuori norma:

La presenza costante di anticorpi antifosfolipidi può indicare la presenza di tale malattia autoimmune. La complicanze sono varie e gravi. Possono verificarsi aborti spontanei, trombosi venose, cerebrali, ecc.. ictus, infarti, embolie polmonari, ecc.

——-

Trova i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere, su myolostore.com

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
calcio
Calcio

CALCIO Il calcio è un minerale fondamentale la salute dell’organismo e delle ossa. Il nostro organismo ha bisogno di calcio...

indice_glicemico
Indice glicemico degli alimenti

Indice glicemico degli alimenti L'indice glicemico  misura la velocità di un determinato alimento con cui aumenta la glicemia dopo l’assunzione...

caffe_verde
CAFFE’ VERDE

CAFFE’ VERDE ACIDO CLOROGENICO Gli acidi clorogenici sono una famiglia di sostanze che si trovano naturalmente nelle mele, ciliegie, prugne,...

finocchi
Finocchio: proprietà, usi, benefici e fitoterapia

Finocchio: proprietà, usi, benefici e fitoterapia Il Finocchio è un ortaggio, denominato in botanica Foeniculum vulgare, e coltivato nelle zone...

ananas_bromelina_parodontite_colite
Ananas nella parodontite e colite

Efficacia dell’estratto di Ananas (bromelina) nella parodontite L’ananas appartiene alla famiglia delle bromeliacea ed è stata ampiamente utilizzata come pianta...

Close