«

»

Acne

ACNE COS’E’

acne2L’acne, acne giovanile, acne volgare è una patologia del derma di natura infiammatoria che colpisce  il follicolo pilifero e la ghiandola sebacea annessa.
I brufoli, così come comunemente vengono chiamati, si concentrano maggiormente sul visto, schiena e petto. Nelle forme leggere l’acne giovanile si manifesta con punti bianchi e neri, mentre nei casi più gravi o acuti si può manifestare anche con cisti e noduli.

ACNE SINTOMI

I sintomi tipici dell’acne sono per l’appunto la comparsa di lesioni sulla pelle. Inizialmente e solitamente si verifica con piccole cisti superficiali aperte (i cosiddetti punti neri) o sotto pelle (punti bianchi) che possono essere soggetti ad infettarsi provocando dunque foruncoli e noduli.

In base alla sintomatologia delle lesioni, ovvero comedoni, papule, noduli ecc., si riesce a comprendere meglio la tipologia di acne ed il grado di severità dell’acne stessa: lieve, moderata, severa, fulminante.

ACNE CAUSE

Molte sono le cause che possono concorrere a determinare l’acne ma a dispetto di questi aspetti che possono essere dunque fattori genetici, intestinali, batterici,  ambientali, psicologici, dietetici, cosmetologici o iatrogeni, ad oggi la causa scatenante sembra essere riconducibile alle alterazioni ormonali.

A tal proposito infatti vediamo che è nell’età puberale dove il soggetto non ha ancora un perfetto equilibrio ormonale che più frequentemente viene colpito l’acne.
Nelle pustole acneiche, la presenza di alcuni batteri stafilococchi si moltiplicano trasformando i trigliceridi del sebo in acidi grassi liberi e glicerolo. Gli acidi grassi così prodotti, provocano la reazione immunitaria dei globuli bianchi che circondano le pareti del comedone e ne provocano la distruzione portando alla formazione della pustola e del foruncolo. Secondo alcuni studi, anche i fattori psicologici potrebbero indurre o aggravare l’acne.

ACNE ESAMI

Per questa causa ormonale, l’acne può essere correlata anche a turbe del ciclo mestruale e per tale ragione sono utili, oltre ad una ecografia delle ovaie, anche  esami ematici di pertinenza endocrinologica: TESTOSTERONE, FSH, LH, DEA-SOLFATO ECC.

ACNE FARMACI, CURE E TERAPIA

Solitamente si usano creme o gel a base di retinoidi (derivati dalla Vitamina A) da sole o sempre più in abbinamento a perossido di benzoile ed antibiotici. Ricordiamo che la sempre maggiore assunzione di antibiotici crea dei batteri resistenti ed è una minaccia reale, anche se viene (volutamente?) sottovalutata. Altre tecniche di cura quali micro peeling e terapia fotodinamica sono state proposte.  Il micro peeling è una tecnica che usa una lozione composta da due sostanze, acido salicilico e glicolico, da usare sul viso frizionando la zona colpita dall’acne.

ACNE DIETA

 

Sin dal passato, già dagli anni sessanta, molti studi sono stati condotti al fine di capire quale sia l’influenza dell’alimentazione sull’acne ma, a detta loro, non ci sono stati risultati degni di nota. A partire dagli anni 2000 e nello specifico nel 2007/2008, alcuni ricercatori si sono concentrati su quei concetti dell’alimentazione che si relazionano con gli squilibri del sistema endocrino (a base della comparsa dell’acne). Stando ai risultati, i principali indiziati di scatenare o favorire l’acne sono l’indice glicemico ed il consumo di prodotti lattiero – caseari.

L’indice glicemico è un valore ricavato dalla capacità di quanto velocemente un alimento sia capace di alzare la glicemia, rispetto ad uno standard di riferimento: glucosio o pane bianco. A quanto emerge, sembra che una condizione di iper-insulinemia è collegata all’insorgenza dell’acne in quanto va a stimolare la disponibilità degli ormoni androgeni ed i livelli dell’ormone della crescita.

Uno studio del 2012 ha dimostrato come con una dieta a basso indice glicemico influisca positivamente sull’acne. Infatti si è verificato una diminuzione una diminuzione del 28% delle lesioni infiammatorie e non-infiammatorie della pelle, ed è stato riscontrato un cambiamento delle dimensioni delle ghiandole sebacee, ottenendo quindi miglioramenti clinici.

ACNE: NATUROPATIA  E RIMEDI NATURALI

Secondo la naturopatia, l’acne va combattuta agendo in modo olistico (come in tutti i casi della naturopatia) e quindi agendo su più fronti: depurazione / alimentazione / pensiero positivo / rimedi naturali.

Occorre dunque procedere ad una depurazione e rigenerazione profonda dell’organismo. Si agirà su fegato, reni, intestino e pelle con piante e rimedi specifici. Alimentazione crudista ed a basso indice glicemico. Bagni di vapore / maschere di argilla per la pelle.

Altri rimedi fitoterapici e naturali, degni di essere menzionati per la loro utilità nell’aiuto contro l’acne sono la bardana, viola del pensiero, olmo, tea tree oil, tè verde, aloe, propoli, echinacea, antiossidanti, zinco.

ACNE ED OMEOPATIA

I rimedi più comunemente prescritti per l’acne in omeopatia sono: Antimonium tartaricum, Sepia, Calcarea carbonica, Hepar sulphuris calcareum, Pulsatilla, Phosphoricum acidum, Silicea, Natrum muriaticum.

——-

Solo su myolostore.com trovi i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere!

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
zuppa_fagioli_borlotti_con_cipolle
Borlotti in zuppa di cipolle

 Borlotti in zuppa di cipolle Ingredienti per 4 persone: 400 gr. di fagioli borlotti 3 cipolle bianche 2 spicchi di...

ANALISI CLINICHE: ACIDO OSSALICO

Acido ossalico Cos’è: L’acido ossalico è un prodotto terminale del metabolismo dell’acido ascorbico e dell’acido gliossilico. La maggior parte dell’acido...

anice_stellato_illicium_verum_hooker
ANICE STELLATO

ANICE STELLATO, BADIANA (ILLICIUM VERUM HOOKER): descrizione botanica, storia, curiosità, usi, benefici in fitoterapia L’anice stellato è il modo più...

Spinaci con funghetti in guazzetto

Spinaci con funghetti in guazzetto   Ingredienti: 1 kg di spinaci freschi 1 cipolla rossa 2 spicchi di aglio 200...

ANALISI CLINICHE: ACIDO URICO

ACIDO URICO Cos’è: L'acido urico, sotto forma chimica, è un solido bianco e cristallino, inodore ed insapore. Nell’organismo sano viene...

Close