online mobichat comment fabriquer son propre viagra quel est l'effet du viagra chez une femme how can i get a prescription for nolvadex where can you buy lasix can you buy vigrx at gnc

«

»

THE VERDE

THE VERDE

te_verde the verdeIl the (Camellia sinesis) o “tè” è una pianta coltivata da secoli ed è oggi la bevanda più consumata al mondo, seconda solo all’acqua. Centinaia di milioni di persone, bevono regolarmente il tè e innumerevoli sono gli studi che suggeriscono e provano gli effetti benefici del tè verde sulla salute. Il tè verde è costituito da foglie non fermentate e, contiene la più alta concentrazione di polifenoli, potenti antiossidanti. Gli antiossidanti sono sostanze che combattono i radicali liberi, composti dannosi nel corpo che causano danni al DNA cellulare e possono persino causare la morte delle cellule. E’ noto ormai che i radicali liberi contribuiscono notevolmente al processo di invecchiamento, nonché allo sviluppo di una serie di problemi di salute, compresi tumori e malattie cardiache. Gli antiossidanti come i polifenoli del tè verde possono neutralizzare i radicali liberi e possono ridurre o addirittura aiutare a prevenire molti dei danni che provocano. I polifenoli contenuti nel tè sono classificati come catechine: catechina, gallocatechina, epicatechina (CE), epigallocatechina (EGC), epicatechina-3-Gallato (ECG) ed epigallocatechina-3-gallato (anche conosciuto come EGCG). Le EGCG sono la componente più studiata dei polifenoli nel tè verde ed anche la più attiva. Il tè verde in medicina tradizionale cinese ed indiana, viene usato come stimolante, diuretico (per contribuire a liberare il corpo dai liquido in eccesso), astringente (per controllare il sanguinamento ed aiutare a guarire le ferite), e per migliorare la salute del cuore. Altri usi tradizionali del tè verde includono il trattamento dei gas intestinali, regolazione della temperatura corporea e degli zuccheri nel sangue, favorire la digestione e migliorare i processi cognitivi e mentali. Il tè verde è stato ampiamente studiato nelle persone, animali, ed esperimenti di laboratorio. I risultati di questi studi suggeriscono ampiamente che il tè verde può contribuire a trattare molte condizioni di salute.

Aterosclerosi: Le proprietà antiossidanti del tè verde possono aiutare a prevenire l’aterosclerosi. Gli studi effettuati sulla popolazione sono studi che seguono grandi gruppi di persone nel tempo e/o mettono a confronto gruppi di persone che vivono in culture diverse o con diverse diete. Sembra che il tè verde riduce il rischio di malattie cardiache abbassando i livelli di colesterolo e trigliceridi. Gli studi dimostrano che il tè nero ha effetti simili. Infatti, i ricercatori stimano che il tasso di attacchi di cuore diminuiscono del 11% con un consumo di 3 tazze di tè al giorno.

Colesterolo alto: La ricerca mostra che il tè verde abbassa il colesterolo totale e aumenta quello HDL (“buono”) sia negli animali che nelle persone. Uno studio basato sulla popolazione ha scoperto che gli uomini che bevono tè verde hanno più probabilità di avere il colesterolo totale inferiore rispetto a quelli che non bevono tè verde. I risultati di uno studio sugli animali suggeriscono che i polifenoli contenuti nel tè verde possono bloccare l’assorbimento del colesterolo nell’intestino e anche aiutare l’organismo a sbarazzarsi del colesterolo. In un altro piccolo studio di fumatori uomini, i ricercatori hanno scoperto che il tè verde ha ridotto significativamente i livelli ematici del colesterolo LDL (nocivo).

Cancro: Diversi studi clinici basati sulla popolazione hanno dimostrato che sia il tè verde che il tè nero possono aiutare a proteggere l’organismo dal cancro. A prova di ciò, i casi di cancro tendono ad essere più bassi in paesi come il Giappone dove le persone consumano regolarmente tè verde. Tuttavia, non è possibile sapere con certezza da questi studi basati sulla popolazione se effettivamente il tè verde previene il cancro nelle persone. I primi studi clinici indicano che i polifenoli nel tè verde, possono svolgere un ruolo importante nella prevenzione del cancro. I ricercatori ritengono inoltre che i polifenoli aiutano a sopprimere le cellule cancerose ed impedirne loro la crescita.

Cancro della vescica: Ancora pochi sono gli studi clinici che hanno esaminato la relazione tra il cancro alla vescica ed il tè verde. In uno studio sono state confrontate persone con e senza cancro alla vescica. I ricercatori hanno trovato che le donne che bevevano tè nero e tè verde in polvere avevano meno probabilità di sviluppare cancro alla vescica. Un follow-up degli stessi ricercatori, ha rivelato che le persone con cancro alla vescica – in particolare gli uomini – che hanno bevuto il tè verde, hanno avuto un tasso di sopravvivenza migliore a 5 anni, rispetto a quelli che non hanno bevuto il tè verde.

Cancro al seno: Studi clinici su animali ed in vitro suggeriscono che i polifenoli del tè verde inibiscono la crescita di cellule tumorali del seno. In uno studio su 472 donne con vari stadi di cancro al seno, i ricercatori hanno trovato che le donne che hanno bevuto il tè verde hanno avuto il tasso minimo di diffusione del cancro. Questo è stato particolarmente verificato in donne in pre-menopausa che avevano un tumore alle prime fasi. Inoltre si è scoperto che donne con tumori nelle fasi iniziali della malattia e che bevevano almeno 5 tazze di tè al giorno avevano meno probabilità di avere una ricaduta dopo aver terminato il trattamento delle terapie. Tuttavia, le donne con stadio avanzato del tumore al seno hanno avuto poco o nessun miglioramento dal bere tè verde.

Malattie infiammatorie intestinali (IBD): Il tè verde può contribuire a ridurre l’infiammazione associata alla malattia di Crohn e la colite ulcerosa, i due tipi di malattie infiammatorie intestinali. Se il tè verde risulta essere in grado di aiutare a prevenire il cancro al colon, è verosimile pensare che possa aiutare le persone con malattie infiammatorie intestinali perché sono a maggior rischio di cancro al colon.

Diabete: Il tè verde è stato usato tradizionalmente per controllare i livelli di zucchero nel sangue. Studi sugli animali suggeriscono che il tè verde può aiutare a prevenire lo sviluppo di diabete di tipo 1 e rallentarne la progressione, una volta che si è sviluppato. Le persone con diabete di tipo 1 producono insulina poco o niente. Il tè verde può aiutare a regolare il glucosio nel corpo. Alcuni piccoli studi clinici hanno dimostrato che l’assunzione di un estratto di tè verde al giorno ha abbassato il livello di emoglobina A1c nei pazienti diabetici definiti borderline.

Malattie epatiche: Studi clinici basati sulla popolazione hanno dimostrato che gli uomini che bevono più di 10 tazze di tè verde al giorno hanno meno probabilità di sviluppare problemi al fegato. Il tè verde sembra inoltre proteggere il fegato dagli effetti dannosi delle sostanze tossiche come l’alcol. Gli studi sugli animali hanno dimostrato che il tè verde aiuta a proteggere contro i tumori al fegato nei topi. I risultati di diversi studi sugli animali e sull’uomo suggeriscono che uno dei polifenoli contenuti nel tè verde, noto come catechina, potrebbe aiutare a curare l’epatite virale. In questi studi, la catechina è stata usata da sola ed in quantità molto elevata. Non è chiaro se il tè verde, che ha una minore concentrazione di catechine, avrebbe gli stessi benefici.

Perdita di peso: Gli studi clinici indicano che l’estratto di tè verde può aumentare il metabolismo e aiuta a bruciare i grassi. Uno studio ha trovato che la combinazione di tè verde e caffeina è la migliore soluzione per la perdita di peso e per il mantenimento nelle persone che erano in sovrappeso o moderatamente obesi. Alcuni ricercatori ritengono che le sostanze nel tè verde note come catechine sono i responsabili dell’ effetto brucia grassi.

Altri usi: Un piccolo studio ha scoperto che bere tè verde ha aiutato a prevenire la carie. Ulteriori studi devono essere comunque effettuati. Il tè verde può anche essere utile in varie malattie infiammatorie, quali l’artrite. La ricerca suggerisce che il tè verde può aiutare contro l’artrite, riducendo l’infiammazione e rallentando la degenerazione della cartilagine. Gli studi mostrano anche che bere il tè verde è associato con un rischio ridotto di morte per qualsiasi causa.

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
ANALISI CLINICHE: α 1 ANTITRIPSINA

α 1 ANTITRIPSINA Cos’è: L’α 1 antitripsina è una proteina, più specificamente glicoproteina, appartenente alla famiglie delle globuline. Questa proteina...

luteina
LUTEINA

LUTEINA I carotenoidi sono pigmenti naturali che danno il colore ai tuorli d'uovo, pomodori, foglie verdi, frutta e fiori. Non...

B12
VITAMINA B12

CIANOCOBALAMINA (VITAMINA B12) La Cianocobalamina, meglio nota come vitamina B12 è una sostanza utilizzata dall'organismo per la produzione dei nucleotidi...

attivita_fisica_metodo_naturbene
L’Attività fisica nel Metodo Naturbene

L’Attività fisica  L’attività fisica fa benissimo al corpo e alla mente.  Recente è uno studio che dimostra come un attività...

curcumina_melanoma_300
La Curcumina induce autofagia, inibisce la proliferazione ed invasione delle cellule di melanoma

La Curcumina induce autofagia, inibisce la proliferazione ed invasione delle cellule di melanoma Il melanoma è il tumore maligno cutaneo...

Close