«

»

ANALISI CLINICHE: ALDOSTERONE

ALDOSTERONE

Cos’è: L’aldosterone è un ormone steroideo prodotto dalla zona glomerulare della ghiandola surrenale.  Fa parte del gruppo dei mineralcorticoidi e viene secreto per aumentare la pressione sanguigna e regolare il bilancio idrosalino dell’organismo, attraverso il sistema renina-angiotensina. Subito dopo la secrezione si attiva un metabolismo in grado di determinare un maggiore assorbimento di sodio a livello renale e un aumento della pressione sanguigna. Solitamente il dosaggio ormonale viene associato all’identificazione delle concentrazioni di sodio e potassio e alla ricerca della renina. L’esame dell’aldosterone può essere effettuato sia su campione ematico sia attraverso una ricerca sulle urine raccolte nelle 24 ore precedenti all’esame. Sia la concentrazione di aldosterone che la concentrazione della renina non sono sempre costanti; infatti vengono influenzate dallo stress, dall’assunzione di farmaci e dalla posizione del corpo. La loro concentrazione risulta più elevata al mattino.Per tale motivo, spesso viene richiesto anche un dosaggio seriato dell’ormone.

Prescrizione esame: Valutazione di iperaldosteronismo primario (sindrome di Conn), ipertensione arteriosa, insufficienza surrenalica (morbo di Addison), sindrome di Cushing, disordini ormonali, monitoraggio delle elevate concentrazioni di potassio e delle basse concentrazioni di sodio. Le variazione di concentrazione dell’ormone possono variana anche in relazione all’uso di farmaci specifici quali: antidolorifici non steroidei, diuretici, betabloccanti, steroidi, ACE inibitori e contraccettivi orali 

Valori di riferimento:

Uomo-Donna:

Clinostatismo: 20-180 ng/l

Ortostatismo: 30-400ng/l

Curve: tempo 0’ 30-400 ng/l in ortostatismo.

In media, perché esistono ampie variazioni, da 10 a 100 ng /l nel soggetto sdraiato e da 70 a 300 nel soggetto in piedi.

Urine: 2-22 µg/24H

Valori elevati o fuori norma:

Valori elevati di aldosterone indicano un iperaldosteronismo.I livelli elevati di tale ormone determinano un maggior riassorbimento di sodio e una maggior escrezione di potassio, causando un’ alterazione dell’equilibrio elettrolitico. Ciò può causare mal di testa e debolezza muscolare. Valori elevati possono ritrovarsi anche in seguito a diverse patologie, quali:

  • Adenomi o iperplasia della zona corticale del surrene
  • Reninismo primario o/e secondario
  • Alterazione della funzionalità renale e dell’apparato circolatorio del rene
  • Sindrome nefrosica
  • Cirrosi epatica
  • Edemi
  • Ipertiroidismo

Valori bassi o fuori norma:

Valori bassi di aldosterone sono riconducibili ad alterazioni della funzionalità della ghiandola surrenale, quali:

  • insufficienza del surrene
  • surrenalectomia
  • sindrome di Cushing

Ma possono anche contribuire all’ipoaldosteronismo altre patologie, quali:

  • diabete mellito
  • ipopituitarismo
  • sindrome adreno-genitale
  • etilismo

——-

Solo su myolostore.com trovi i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere!

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
ANALISI CLINICHE: α FETOPROTEINA

α FETOPROTEINA Cos’è: L’ α feto proteina è una proteina prodotta dal sacco vitellino e dal fegato fetale durante la...

teanina normidor
Teanina

TEANINA La Teanina (L-teanina) è un amminoacido molto interessante per le sue proprietà ed è presente quasi esclusivamente nella pianta...

vitamina_C
VITAMINA C

VITAMINA C La vitamina C è una vitamina solubile in acqua, e deve essere inserita nel nostro organismo tramite l'alimentazione....

adeonovirus
ANALISI CLINICHE: ADENOVIRUS

ADENOVIRUS ( ESAME SU CAMPIONI DI FECI) Cos'è: La famiglia degli adenovirus è stata identificata come agente patologico dell’uomo nel...

echinacea_purpurea
ECHINACEA

ECHINACEA: descrizione botanica, storia, curiosità , usi, benefici in fitoterapia L’echinacea è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle...

Close