«

»

ANALISI CLINICHE: AMILASI

AMILASI TOTALE E PANCREATICA, AMILASEMIA E AMILASURIA

Cos’è: L’amilasi è un enzima che  degrada i legami glicosidici presenti negli oligosaccaridi, disaccaridi e polisaccaridi. Esistono diversi tipi di amilasi: α, β, ɣ e maltogenica. Le diverse classi di amilasi vengono prodotte dal pancreas e in minore quantità dalla ghiandole salivari maggiori, dai reni, dall’intestino tenue e nelle donne dalle tube di Falloppio. Solitamente in condizioni normali le amilasi prodotte dal pancreas e dalle ghiandole salivari possono essere presenti nel circolo sanguigno e la ricerca della concentrazione ematica viene definita amilasemia. Sono comunque enzimi proteici dal basso peso molecolare e ciò comporta anche un’escrezione attraverso le urine in relazione alla  funzionalità dei reni e in questo caso si parla di amilasuria. Questo comporta che per avere una corretta informazione riguardo la funzionalità pancreatica le ricerche delle amilasi sono diverse; si può ricercare l’amilasi totale, l’amilasi pancreatica e l’amilasi nelle urine.

Numerosi farmaci possono alterare l’esito dell’esame, tra cui alcuni antinfiammatori, la pillola anticoncezionale, il cortisone, così come il consumo di alcool.

Prescrizione esame: Valutazione e monitoraggio pancreatite acuta, cronica, insufficienza renale, parotite.

Valori di riferimento:

Amilasi pancreatica su campione di sangue

Uomo- Donna: 13-53 U/l

Amilasi pancreatica su campione di urina

Uomo: 15-320 U/l

Donna: 7-350 U/l

Amilasi totale su campione di sangue

Uomo-Donna: 28-100 U/l

Amilasi totale su campione di urina:

Uomo: 15-490 U/l

Donna: 20-450 U/l

Valori elevati o fuori norma:

L’amilasi totale non è un indicatore specifico della funzionalità pancreatica. Elevate concentrazioni di amilasi totale possono essere riscontrabili, oltre che in caso di pancreatite, anche in presenza di patologie diverse, quali:

  • orecchioni,
  • ostruzione dei dotti salivari,
  • gravidanza ectopica,
  • ostruzione/infarto intestinale,
  • macroamilasemia,
  • calcoli alla cistifellea
  • tumore ovarico,
  • tumore del polmone,
  • appendicite acuta,
  • chetoacidosi diabetica,
  • parotite,
  • ulcera perforata.

La macroamilasemia si maniesta a causa delle enormi dimensioni che l’amilasi può raggiungere nel circolo sanguigno, probabilmente dopo la formazione di un complesso con le immunoglobuline. Per via delle dimensioni superiori alla norma, la macroamilasi non può essere escreta tramite le urine e permane nel circolo sanguigno causando un aumento della concentrazione dell’amilasi totale.

Nel caso specifico dell’amilasi pancreatica,  livelli alti possono indicare uno stato di infiammazione o infezione del pancreas oppure possono indicare la presenza di tumori ostruttivi o calcoli. Inoltre solitamente si deve associare la ricerca dell’amilasi pancreatica che fornisce indicazioni più specifiche sulle condizioni dell’organo produttore. In caso di pancreatite acuta, l’amilasi pancreatica di solito rimane elevata per le prime 12 ore dall’inizio dell’attacco e continua ad esserlo per 3-4 giorni, raggiungendo di norma valori pari a 4-6 volte quello normale massimo.

——-

Solo su myolostore.com trovi i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere!

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
permeabilità_intestinale_leaky_gut
PERMEABILITÀ INTESTINALE

PERMEABILITÀ INTESTINALE Con questo termine intendiamo il passaggio di macromolecole oltre la barriera gastro-intestinale (g.i). Un organismo sano possiede una...

ANALISI CLINICHE: α GLICOSIDASI

α GLICOSIDASI Cos’è: L’ α glicosidasi è un enzima idrolitico (idrolasi), presente a livello intestinale con la funzione di demolire...

sulforafano_broccoli
Il Sulforafano inibisce la crescita delle cellule del cancro della tiroide e la loro invasività

Il Sulforafano inibisce la crescita delle cellule del cancro della tiroide e la loro invasività Il Sulforafano (SFN), un composto...

uovo e mito del colesterolo
Le uova ed il mito del colesterolo?

L'uovo, anche se qualcuno storcerà il naso - specie i vegani -, rimane per molti uno degli alimenti più naturali...

betacarotene immuresve
BETACAROTENE

BETACAROTENE Il betacarotene è una sostanza antiossidante precursore della vitamina A, ciò significa che il corpo trasforma il betacarotene in...

Close