5mg cialis reviews glucophage discount card buy ciprofloxacin 500 mg online seroquel 150 mg buy premarin 1.25mg online effexor discount coupons

«

»

ANALISI CLINICHE: ACIDO ACETILSALICILICO

ANALISI CLINICHE: Acido Acetilsalicilico

Cos’è:
L’acido acetilsalicilico è una molecola ottenuta tramite l’esterificazione di un gruppo fenolico (-OH) dell’acido salicilico, contenuto nella corteccia del salice, con un gruppo acetile utilizzando anidride acetica. L’acido acetilsalicilico, solitamente, viene considerato, grazie alle sue funzioni principali, il capostipite di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Il meccanismo di azione ha come obiettivo l’inibizione irreversibile dell’enzima ciclossigenasi che trasforma l’acido arachidonico in trombossano; in questo contesto viene bloccata la sintesi di prostaglandine e mediatori chimici coinvolti nella genesi del processo infiammatorio e dotati di attività vasopermeabilizzante, vasodilatatrice e chemiotattica; nella protezione della mucosa gastrica e nella generazione del dolore e dell’infiammazione.
Le suddette modalità d’azione si manifestano macroscopicamente con l’effetto antinfiammatorio, antidolorifico ed in minima parte anche antipiretico, grazie all’azione controregolatoria esercitata nei confronti di alcune citochine e prostaglandine dotate di attività pirogena. L’ acido acetilsalicilico viene utilizzato nella terapia di prevenzione di molte patologie cardiovascolari. A parte questo, esso viene impiegato soprattutto per lenire sindromi dolorose di lieve e media entità: cefalea, emicrania, nevralgie, stati febbrili, dolori muscolari, e articolari.

A basse dosi (40-325 mg/di) l’azione dell’acido acetilsalicilico ha come obiettivo finale l’inibizione irreversibile della sintesi di trombossano A2, potente vasocostrittore e aggregante piastrinico (effetto antitrombotico); a dosi più elevate (maggiori di 325 mg/di) inibisce a livello endoteliale la sintesi di prostaciclina, vasodilatatore ed antiaggregante piastrinico antagonista del trombossano (effetto protrombotico).

Prescrizione esame acido acetilsalicilico: Solitamente viene prescritta l’analisi diagnostica ematica per controllare e monitorare i livelli ematici durante una somministrazione prolungata del farmaco/molecola o in caso di intossicazione.

Valori di riferimento acido acetilsalicilico:

Uomo e Donna : 150 – 300 mg/L

Tossicità: >400 mg/L

Dosi intermittenti analgesiche-antipiretiche di acido acetilsalicilico producono tipicamente livelli di aspirina nel plasma inferiori a 20 mcg/ml e livelli plasmatici di salicilato inferiori a 60 mcg/ml. La somministrazione giornaliera di dosi antinfiammatorie di 4 o 5 g di aspirina produce livelli di salicilati plasmatici nell’ordine di 120-350 mcg/ml. Per ottenere effetti ottimali nei pazienti con malattia reumatica sono richieste concentrazioni plasmatiche di salicilato pari a 150-300 mcg/ml.

Valori elevati di acido acetilsalicilico: Elevati livelli di tale sostanza indicano un’intossicazione, che può causare varie sintomatologie correlate, quali disturbi a livello gastrointestinale, salicilismo, vertigini, tinnito, acidosi renale e alcalosi respiratoria, danni epatici e cardiovascolari, dovuti principalmente ad alterazioni dei tempi di coagulazione.

——-

Solo su myolostore.com trovi i migliori prodotti, ed al miglior prezzo, per il tuo benessere!

——-

Related posts:

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz
Read more:
glucomannano_Amorphophallus_konjak
Risposte glicemiche e lipidiche al glucomannano nei pazienti con diabete di tipo 2

Risposte glicemiche e lipidiche al glucomannano nei pazienti con diabete di tipo 2 Perché diventa fondamentale l'assunzione di glucomannano prima...

ANALISI CLINICHE: α GLICOSIDASI

α GLICOSIDASI Cos’è: L’ α glicosidasi è un enzima idrolitico (idrolasi), presente a livello intestinale con la funzione di demolire...

cyclette
Corsetta o Cyclette?

Corsetta o Cyclette? La cyclette presenta dei vantaggi sulla corsa: Permette di svolgere un attività fisica anche per chi non...

acetilcisteina
ACETILCISTEINA

N-ACETIL-CISTEINA (ACETILCISTEINA) La NAC (N-acetil-cisteina) o semplicemente acetilcisteina è un derivato N-acetilato dell’amminoacido cisteina. La cisteina si trova in alimenti...

ANALISI CLINICHE: ACIDO VALPROICO

ACIDO VALPROICO Cos’è: L’ acido valproico è un prodotto del metabolismo epatico in seguito all’assunzione del valproato. A pH corporeo...

Close